eidoteca

Home » Posts tagged 'Tamara Uraghi'

Tag Archives: Tamara Uraghi

EMMAUS: PERENNE SCOPERTA TARDIVA

emmaus 1

 

Di Tamara Uraghi

Ho sempre pensato che i romanzi di Baricco non si potessero recensire, perché più che una storia raccontano magia, frammenti di verità e sensazioni. Qualcosa che non può essere riassunto e razionalizzato in poche parole. Insomma recensire Baricco va contro i miei principi.
Ma dopo aver letto tanti giudizi negativi su “Emmaus” (Feltrinelli 2009) mi sono trovata a prendere le sue difese. Questo libro viene accusato di essere “debole” e “il meno convincente” tra quelli del suo autore, ma mi trovo a dissentire. Concordo sulla particolarità dello stile, che sconfina dai tipici universi astratti descritti con delicatezza in Novecento, City e Castelli di Rabbia. Emmaus si può definire diverso, ma comunque forte e incisivo e con un messaggio ad attenderci sul finale. Non posso negare che le prime pagine mi hanno disorientata, portandomi ad avere dei dubbi sul romanzo, ma alla fine mi è giunto quasi all’improvviso l’entusiasmo. La storia non tratta banalmente dei problemi adolescenziali di quattro amici cattolici, bensì è la rivelazione di un mondo insicuro e artificiale, di una religione e un timor di Dio inculcati nella generazione dei ragazzi in modo assillante e ostinato e da uomini di chiesa spesso discutibili. L’io narrante, Luca, Bobby e Il Santo sono quattro amici credenti che si sono rifugiati nella fede e di questa hanno fatto il fulcro del loro legame. Dall’alto della loro fede si sentono autorizzati a giudicare gli altri , coloro che si destreggiano tra peccato, alcol, droga e sesso. (altro…)

LA RANA E LO SCORPIONE

la rana e lo scorpione

Di Tamara Uraghi

Una rana stava serenamente sguazzando in un fiume quando ad una sponda si avvicinò uno scorpione.
– Devo passare dall’altra parte – disse – Ma non so come fare, io non so nuotare e se provo affogherò. Tu potresti aiutarmi trasportandomi sul tuo dorso? Te ne sarei molto grato.
La rana perplessa rispose:
– Ma se io ti lascio salire sul mio dorso tu potresti pungermi ed uccidermi!
Lo scorpione rassicurò la rana:
– Non ti preoccupare, perché dovrei farlo? Se ti pungessi morirei anch’io perché affogheremmo entrambi nel fondo
La rana si sentì rassicurata dalle spiegazioni dello scorpione e lo fece salire.
Quando furono a metà del fiume, lo scorpione punse la rana. La rana stupita dal gesto dello scorpione mentre stava affondando insieme a lui trovò la forza di chiedergli: “Ma perché l’hai fatto? Adesso moriremo entrambi?” Lo scorpione rispose
“Non ho potuto farne a meno, questa è la mia natura”.

Esopo (altro…)

VISSERO TUTTI FELICI E CONTENTI ? L’infanzia percepita tra il mondo di ieri e di oggi

LA_VOLPE_E_L_UVA.[1]

Di Tamara Uraghi

Discutevo con un amico riguardo a una ragazza. Una bella ragazza. Lui, d’un tratto, esclama con fare superbo: “Non è poi un granché”, al che io, canzonandolo, rispondo: “Certo, la volpe che dice acerba all’uva!”. Lui, perplesso, sentenzia: “Non ho capito il proverbio”. (altro…)

BLANKETS: EMOZIONI IN BIANCO E NERO


Di Tamara Uraghi

Craig-ThompsonGli amanti della letteratura e delle parole mostrano, di frequente, un certo scetticismo nei confronti del graphic novel, come del resto verso tutto ciò che mette in discussione il primato del libro. Basti pensare alle stesse trasposizioni cinematografiche dei grandi classici o di opere molto amate dai lettori. Quante volte all’uscita di un cinema sentiamo (o esclamiamo): “Ma il romanzo è migliore!”.

(altro…)

QUANDO IL LETTORE FA LA DIFFERENZA

Full page fax print

di Tamara Uraghi

Di frequente si sente parlare di letteratura in senso astratto. In realtà essa è un’istituzione legata al mondo del mercato e, dunque, sottoposta alla dura legge della domanda e dell’offerta.

(altro…)