eidoteca

Home » Posts tagged 'crisi economica'

Tag Archives: crisi economica

WALL STREET, AGENZIE DI RATING, DERIVATI: STORIA DI UNA FINANZA CHE DIVORA L’ECONOMIA

wall-streetDi Maria Grazia Brambilla

 

[GIOVEDI’ 22 MAGGIO 2014 ALLE ORE 21.00 INCONTRO CON MARIA GRAZIA BRAMBILLA ALL’STITUTO TECNICO COMMERCIALE ROMAGNOSI DI ERBA]

 

Il Professor Alessandro Vanossi, docente di lingua e letteratura italiana all’I.T.C. Romagnosi di Erba, ha da sempre dimostrato, come noto a chi lo conosce bene, una straordinaria sensibilità ed un interesse profondo per le problematiche socio-economiche della nostra epoca e per le influenze preponderanti che tali dinamiche inevitabilmente hanno sull’origine delle disuguaglianze e sulle ingiustizie sociali. E’ stato proprio il Professor Vanossi, cui sono legata da un’amicizia di vecchia data maturata ai tempi del liceo, che mi ha proposto di tenere un incontro, lo si può definire così, aperto sia agli studenti che a tutti coloro che vorranno prendervi parte, presso l’Istituto Romagnosi di Erba, al fine di illustrare le dinamiche finanziarie che ci hanno condotto all’attuale situazione economica internazionale e che hanno innescato una spirale recessiva che ha un unico e drammatico precedente nella storia economica mondiale: la Grande Depressione del 1929. Per ovvie ragioni espositive, in questo articolo che si propone di illustrare solo per sommi capi gli argomenti che verranno trattati più nel dettaglio nel corso dell’incontro del prossimo 22 maggio, cercherò di sintetizzare, a mo’ di saggio introduttivo, gli aspetti e le problematiche più salienti su cui si concentrerà l’analisi che mi appresto a svolgere.
(altro…)

LA TEMPESTA PERFETTA

porcellum

Di Antonio Dostuni

La fine del “porcellum” decretata dalla Corte Costituzionale ha confermato la delicatezza dell’attuale momento storico nel quale si sta realizzando uno strano intreccio tra crisi economica, crisi politica e crisi istituzionale. Stiamo assistendo ad una “tempesta perfetta” che sta mettendo a dura prova la tenuta del sistema produttivo e della società civile, entrambi attanagliati dal terrore di un impoverimento di massa che, troppo sbrigativamente, viene imputato solo alla “troyka” (Ue, FMI, Bce). In realtà, malgrado le responsabilità dell’Europa nel perseguire stolidamente politiche che alimentano la già grave recessione in corso, la situazione del nostro paese affonda le radici in cause ben più remote. Esistono, infatti, peculiarità tutte italiane che l’Europa ha solo contribuito a disvelare e che, per decenni, l’intero corpo sociale ha sempre finto di ignorare. (altro…)