eidoteca

Home » Redazione » E SI CONFONDE IL MIO CON IL TUO RESPIRO. I RACCONTI DI MARIO CAMPAGNUOLO

E SI CONFONDE IL MIO CON IL TUO RESPIRO. I RACCONTI DI MARIO CAMPAGNUOLO

11270979_424216941084211_248720110_n

Di Domenico Letizia

Dobbiamo a Mario Campagnuolo la raccolta di racconti “E si confonde il mio con il tuo respiro”. Pubblicato per la casa editrice Antonio Stango Editore, il libro di Campagnuolo raccoglie undici racconti e un romanzo breve. Una lettura di vita con molte storie ambientate nel territorio casertano, tra Santa Maria Capua Vetere, Bellona e Capua.

Un libro nato nel dormiveglia del mattino, rende noto l’autore, “prima che mi decida a buttar giù le gambe dal letto, comincio a raccontarmi una storia e ritorna, con insistenza, fin quando non abbozzo sulla carta una frase e a poco a poco se ne aggiunge un’altra e poi un’altra ancora: il racconto cresce e sboccia, come una piantina in un vaso con la sua umanità dolente e palpitante”. Molti i personaggi che vengono elencati nel libro e nei vari racconti che si susseguono. Ognuno si può immedesimare in qualche protagonista dei racconti, oppure trovare un interesse di “analisi” in tali personaggi, descritti con dettaglio, come il Berardo, quarantenne, che prima di conoscere Luisa e intraprendere un corteggiamento discreto, insistente e progressivo, non sembra aver vissuto di passione e di autonomia, o meglio, ha vissuto seguendo quella filosofia dell’inettitudine tanto descritta, raccontata ed elaborata nelle opere di Italo Svevo. La verità davanti a dei racconti, la cui scrittura è chiara, scorrevole ed efficace, che mette sull’attenti ma consegna un gran senso di serenità.

Pagine di storia contemporanea che sottolineano le difficoltà del dopoguerra, le ruberie della nuova classe politica, la vita popolana di chi, avendo vissuto nella miseria, vuole riuscire ad emergere in una società che non lascia scampo ma contemporaneamente apre numerose, tante, troppe porte. La sensazione trasmessa dai racconti è descritta anche dai primi lettori dell’opera, sensazioni raccolte nelle ultime pagine del volume: “E così scivolando, nella lettura dei racconti “il Negozio di Antiquariato” e “Trovata per strada”, tra vecchi mobili da restaurare, tra odori di resine ad essenze preziose, tra scoperte di terre vicine e lontane e di culture diverse, i sentimenti si liberano, scuotendosi dal torpore dove il ricordo li aveva collocati, ed emergono con nitidezza e senza pudore per farsi conoscere, per farti riflettere su un mondo che credevi dimenticato e, lievitando attraverso le parole, riescono nel miracolo di approdare fino a te, dalle corde più profonde e gelose dove credevi di averli relegati per sempre. Quei sentimenti così semplici, descritti con la semplicità di chi è oramai padrone dell’uso delle parole e conosce perfettamente il potere che esse nascondono e che improvvisamente riescono a manifestare”.

L’elemento comune in tutti i racconti è la donna. In ognuno dei racconti la donna ha la sua funzione: nonostante la vita riservi, a volte, momenti disperati, traguardi impossibili, la donna costituisce l’elemento che non si rassegna e alimenta la speranza. E l’uomo prova gratitudine per tutto questo. Racconti semplicemente da leggere per riflettere. Elogio alla casa editrice che riesce a cogliere opere taglienti e riflessive, dando luce a tante piccole storie di vita che possono aiutare a riflettere sulle difficoltà della vita o più semplicemente alleviare il dolore dell’anima durante lo svolgersi di una brutta giornata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: