eidoteca

Home » Cinema / Teatro / Arte » RECENSIONE A: “BIGLIETTO ATM”

RECENSIONE A: “BIGLIETTO ATM”

165_001

Di Francesco Mentasti

E’ ormai da annoverarsi nella categoria dei cosiddetti “classici” quest’opera che festeggia oggi degnamente i 50 anni dalla sua prima pubblicazione a cura dell’editrice ATM di Milano.

L’incredibile successo di questo romanzo è da attribuirsi innanzitutto alla freschezza e all’attualità delle tematiche trattate; una freschezza che si rinnova giorno dopo giorno e che induce affezionati lettori, attenti alle novità editoriali del mercato librario, alla tentazione, quasi maniacale e ripetitiva, di possederne anche più di una copia.

Il valore della scrittura e la sua portata appaiono sin dalle prime battute, come pure il suo intrinseco magnetismo, al quale non si può fuggire sin dall’acquisto.

Edito unicamente nella versione economico-tascabile (€ 1,50 per il mercato urbano, € 2,50 prezzo di fiera), Biglietto ATM è un romanzo di avventura ambientato nei torbidi sotterranei della metropoli meneghina, raccontato secondo un originale schema che si ispira alla tradizione dantesca del viaggio agli inferi della Commedia.

Da un punto di vista narrativo, partenza e arrivo del protagonista sono inevitabilmente scanditi da un tempo che si risolve claustrofobicamente in un’ora (nelle prime stesure l’autore aveva previsto settantacinque minuti), durante la quale il lettore non può fare a meno di rimanere incollato al testo per lasciarsi trasportare lungo i binari di una storia solo apparentemente scontata.

Particolarità di questo romanzo è quella di riuscire a creare una particolare simbiosi tra protagonista e lettore; è infatti il lettore stesso ad essere necessariamente chiamato a scriverne virtualmente il finale, a decidere al momento opportuno di concludere la vicenda, in un crescendo di tappe intermedie ma essenzialmente strumentali all’epilogo finale.

Da un punto di vista strettamente linguistico, Biglietto ATM è scritto in modo chiaro e comprensibile a tutti, e anche se ad oggi non esistono di questo testo traduzioni in lingua straniera, non mancano all’estero analoghe iniziative narrative ispirate all’originale.

Dello stesso autore ricordiamo “Abbonamento ATM”, una raccolta ispirata alle medesime tematiche del “Biglietto”, disponibile in fascicoli mensili o annuali, particolarmente consigliata ai lettori più affezionati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: