eidoteca

Home » Rubriche » Salsa Rubra (di Monica Galanti) » IL FERRAGOSTO DI EVA PROUD

IL FERRAGOSTO DI EVA PROUD

Eva Proud ferragostoDi Monica Galanti

1- a ferragosto FORTUNATAMENTE ho lavorato come cameriera. e con questo avverbio di modo liquido tesi, antitesi e teoremi sul ferragosto, sia da un punto di vista personalissimo (meglio lavorare che non avere con chi festeggiarlo) ma anche da un punto di vista sociologico.Galanti Monica ferragostodico anche che essendo un prodotto di consumo di massa ed essendo prodotto dalla massa, ferragosto andrebbe quotato in borsa, perché la sua incidenza nell’industria alimentare e nel settore turistico e alberghiero è altamente significativa. insomma a ferragosto se magna se beve si viaggia, ferragosto è il pedale schiacciato sull’economia nazionale. corollario del pensiero n.1: la specularità sempre e purtroppo solo consumistica del ferragosto rispetto al natale è constatabile (e ridico purtroppo) nella cassetta di polistirolo dove gli astici argentini trattati con metasulfito e altro che non ricordo agonizzavano a chele imprigionate con l’elastico addossati e buttati a casaccio gli uni sugli altri muovendo lentamente chi un’antenna chi un occhio nella pescheria di dubbio gusto dell’Iper di turno (e io che ci facevo lì?). devo annotare in coda che subito dopo avere digitato: trattati con metasulfito, il Gatto che convive con me e che stava appoggiato al mio braccio sinistro sdraiato di fianco al portatile, si è alzato e se ne è andato. ci sarebbe anche da narrare del maialino visto impalato e in corso di arrostimento che un Cretino di Ferragosto cucinava a fianco del torrente Ravella alla maniera di un Unno Postmoderno-Trashyfolk 2- oggi è il giorno dopo la grande abbuffata e gli effetti postatomici si constatano per esempio al lago del segrino dove i runners e i walkers e i… walkmen sono decimati 3- comunque oggi che è il giorno dopo, esattamente stasera, non riuscivo a mangiare la minestra con il cucchiaio senza “sbrodolarmi”. cos’è? avvisaglia di senescenza? luna crescente? il passato di verdure comunque si vede che mia mamma lo fa anche con un po’ di ghiaia, non voglio certo pensare che fosse banalissimo terriccio rimasto sulle verdure! no mia mamma ci mette la ghiaia, ma tritata finissima però. non le ho chiesto cos’ha fatto a ferragosto.

Eva Proud

Eva Proud Monica Galanti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: